Nutri Mare, rientrano i licenziamenti delle 10 lavoratrici. “Cauto ottimismo” per la Flai. Al via trattativa per rilanciare la produzione.

Rientrano i licenziamenti delle 10 lavoratrici della Nutri Mare, l'azienda di Trappeto specializzata nella lavorazione delle conserve di tonno e di sgombro. “Cauto ottimismo, per l'annuncio della ripresa delle attività e per il ritiro della procedura di licenziamento”, dichiara il segretario generale della Flai Cgil Palermo Dario Fazzese. Aggiunge Fazzese: “Adesso riparte il tavolo di discussione sul futuro dell'azienda. Nelle prossime settimane ci saranno degli step in cui valuteremo l'avanzamento delle trattative per il rilancio delle produzioni. C'è già un impegno a risentirci lunedì per il pagamento dei salari e per una verifica delle intenzioni dell'azienda, dopo che il precedente accordo di rientro del debito non è stato rispettato”. Le lavoratrici della Nutri Mare sono in attesa di sei-sette mensilità. L'accordo aveva previsto la rateizzazione del pregresso e i pagamenti delle mensilità in corso. Nelle lettere di licenziamento, a far data dal 1° agosto, la Nutri Mare ha motivato l'atto con un problema di “contrazione dell'attività”.

Nessun commento:

Posta un commento