Coronavirus, assessore Ruggero Razza: "Sulle mascherine non si possono prendere in giro i siciliani"




«Nessuno è autorizzato a pensare di potere prendere in giro i siciliani. Inutile provare a cambiare le carte e dire, solo dopo la gravissima denuncia del presidente Musumeci, che le mascherine non erano per gli ospedali. Delle due l’una: o ci hanno preso in giro quando hanno annunciato l’invio di mascherine chirurgiche o non hanno proprio pensato di inviarcele».Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. «Nessuno di noi vuole fare polemica spicciola e siamo disponibili a comprendere le difficoltà - ha precisato l'esponente del governo Musumeci - ma non si può accettare che si faccia finta di nulla».

1 commento: