Bullismo e Cyberbullismo - Barracuda in rete Palermo 23 ottobre 2019

Il 23 ottobre alle 9.30 a Palermo - nella ex Chiesa di San Matteo ai Crociferi (via Torremuzza, zona Kalsa) – 230 studenti di età compresa tra i 13 e i 16 anni saranno protagonisti di un Laboratorio che insegnerà loro a riconoscere le forme del bullismo in rete e a difendersi. Esponenti delle forze di Polizia, del MIUR, psicologi e giuristi, spiegheranno ai ragazzi come “navigare” in sicurezza imparando a difendersi dai possibili barracuda e ad usare l’App You Pol. Il Laboratorio porta a Palermo un’esperienza promossa lo scorso autunno dall’Unicef di Parma in un continuum territoriale che valorizza la sinergia tra enti, istituzioni e professionalità per offrire ai ragazzi una visione completa sul fenomeno del cyberbullismo, indicando loro le diverse forme attraverso cui si può manifestare il bullismo, i comportamenti da assumere nel caso ne siano vittime e le possibili strategie di difesa.

A Pantelleria tutto l’anno

Aggiungi didascalia
Iniziativa della compagnia DAT per promuovere il turismo scolastico, in collaborazione con Airgest. Le proposte dei tour operator per vivere l’isola come gli antichi sesioti. Il presidente di Airgest, Salvatore Ombra: «Una buona occasione di risposta per il territorio». Ringrazia la provincia e incalza il sindaco di Marsala.

Istituzioni. Pagana e Mangiacavallo (M5S): "Ars istituisca presto consulta giovanile regionale"

“Il disegno di legge sull’istituzione della consulta giovanile regionale venga calendarizzato al più presto in Aula a Palazzo dei Normanni. Solo con questo strumento normativo daremo possibilità concreta alle nuove generazioni di essere parte attiva della politica e delle istituzioni dell’Isola”. A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle all’Ars Elena Pagana e Matteo Mangiacavallo che hanno chiesto la calendarizzazione in aula all’Ars del disegno di legge che norma l’istituzione della Consulta Giovanile della Regione Siciliana.

"Per Messina si tratta della terza importante opera sbloccata"

Torrente Catarratti-Bisconte, consegnati i lavori di riqualificazione, Sindaco De Luca: "Per Messina si tratta della terza importante opera sbloccata". Messina, 22/10/2019: “E’ la terza opera che in concreto ha i cantieri aperti. I problemi fondamentali sono attivare realmente i cantieri in quanto tra la previsione, la progettazione, il finanziamento, la gara d’appalto e poi la consegna dei lavori esistono varie fasi con una serie di difficoltà che spesso li bloccano.

“Informazioni, trasparenza e certezze per la filiera

Dall’agricoltore al consumatore: la Blockchain”. Convegno di Legacoop Sicilia con esperti nazionali di Blockchain applicata all’agroalimentare. Presente ai lavori, l’assessore regionale all’Agricoltura Edi Bandiera. Catania, Hotel Nettuno | Giovedì 24 ottobre | ore 9-13. Palermo, 22 ottobre 2019. “Informazioni, trasparenza e certezze per la filiera. Dall’agricoltore al consumatore: la Blockchain”.

Regione: Messina, dopo 30 anni al Via Lavori sul Torrente Cataratti- Bisconte

«Torrente Catarratti-Bisconte di Messina: trent’anni di attesa. Incredibile ma vero. Consegniamo oggi all’impresa i lavori che verranno eseguiti sotto il controllo e la vigilanza della Struttura contro il dissesto idrogeologico di cui sono commissario. Poniamo così rimedio a un’insidia per questo quartiere della città, soprattutto nella stagione delle piogge e restituiamo speranza e fiducia ai cittadini che chiedono che si passi dalle parole ai fatti. Ed è proprio quello che stiamo facendo, con una vera e propria inversione di tendenza in fatto di sicurezza del territorio e riqualificazione ambientale, attraverso ingenti investimenti e con l’impiego di risorse umane di altissimo profilo».

Disarticolata piazza di spaccio allo Zen 2: 10 arresti coinvolti tre minori usati come pusher e "vedette"

di Ambra Drago
Hashish nei serbatoi delle macchine o dentro le cassette elettriche e quantitativi in grado di servire le esigenze degli acquirenti. La centrale dello spaccio il quartiere Zen 2 di Palermo dove le cessioni avvenivano come sottolineato dagli investigatori davanti adulti e bambini.E' il quadro che ha portato all'arresto di dieci persone tra cui tre minorenni. L'indagine degli uomini della Compagnia di San Lorenzo hanno messo in luce il meccanismo della cessione dello stupefacente dove Salvatore La Piana, Cristian Furitano, Hassen Ben Abid Manfredi, Andrea Balsano, Claudio Garufo, Alessandro Graziano e Rosario Bartolotta, insieme a tre minori, tutti diciassettenni, si alternavano tra di loro per effettuare diverse "vendite", che avevano normalmente inizio con il transito in via Senocrate di Agrigento inoltre stazionavano tra le palazzine site al numero 13 e 15, per accertare l’assenza di controlli delle forze dell’ordine.

Borgetto, confiscata villa con piscina e boschetto al "re del calcestruzzo" Benedetto Valenza

di Ambra Drago
Confiscata una villa con piscina, boschetto per un valore di 4 milioni di euro a Benedetto Valenza, ritenuto storico esponente della famiglia mafiosa di Borgetto in provincia di Palermo. Valenza è da sempre conosciuto dalle Forze dell'Ordine, figlio di Salvatore e nipote di Erasmo, esponenti di vertice della famiglia mafiosa di Borgetto, nonché vittime di lupara bianca, il 21 aprile del 1983, ritenuti “uomini d’onore” legati al gruppo del boss Gaetano Badalamenti.
Negli anni 90' Valenza era considerato l’imprenditore di riferimento, per la produzione di calcestruzzi, delle famiglie mafiose dei Vitale e dei Brusca, e secondo gli investigatori avrebbe sempre goduto della protezione di Cosa nostra.Nel 2001 già era stato destinatario di una confisca dopo un'indagine che aveva accertato la sua vicinanza a Vitale, ma nonostante questo il cinquantasettenne si sarebbe reinserito nel settore della produzione e fornitura di calcestruzzo e conglomerati bituminosi, intestando fittiziamente beni e società a vari prestanome e avrebbe continuato a gestire 5 impianti di calcestruzzo ed una società di trasporto merci dislocati tra le province di Palermo e Trapani.


Ambiente. Stefania Campo (M5S): “Riforma regionale urbanistica non basta. Serve un vero e proprio stop a consumo suolo”

DiventeràBellissima, il 25 ottobre a Pergusa al via il 2° Corso di formazione politica

Atteso debutto della Compagnia sperimentale dell’Accademia ON STAGE con “La Lezione” di Ionesco (regia di Paride Acacia) - Teatro Savio sabato 26 ottobre h. 21.00. Messina, 22 ottobre - Manca pochissimo ormai al debutto della Compagnia sperimentale dell’Accademia ON STAGE, che si esibirà sul palco del Teatro Savio sabato 26 ottobre alle ore 21.00 con lo spettacolo “La lezione” di Ionesco nell’ambito della stagione “Aria nuova in Me”. La regia di questo classico del teatro dell’assurdo è affidata a Paride Acacia ed i protagonisti sono gli attori Michele Falica, Mariaconcetta Bombaci ed Emanuela Ungaro.  “Questo testo di Ionesco - spiega il regista Acacia-ci permette di leggere lucidamente il tempo che stiamo vivendo, poiché nell’epoca attuale le parole non hanno più significato, non sono più portatrici di nulla e La Lezione promuove proprio l’inconsistenza delle parole.

Piano rifiuti, l'assessorato: già inviato in commissione Ambiente all'Ars e ci ritornerà

Circo Sandra Orfei a Palermo

A Palermo la prima nazionale “Il Sogno del Clown” del Circo Sandra Orfei. Nuovo spettacolo con attrazioni internazionali della vera tradizione circense. Parte da Palermo il nuovo tour del Circo Sandra Orfei di Claudio Vassallo, con uno spettacolo interamente rinnovato, che nasce da una meravigliosa storia “Il Sogno del Clown”. Prima nazionale nel capoluogo siciliano per uno show rinnovato nello stile, nelle coreografie, nei lustrini, per raccontare la magia del circo. Tour promoter Marcello Marchetti che “per la prima ha desiderato fortemente e scelto la grande piazza di Palermo”. La regia è di Sara Mateva, le coreografie di Federica Toro che con charme hanno curato nei dettagli l’allestimento dello spettacolo, lighting designer Massimo Lauciello.

Forza Italia, a Dicembre i congressi in Sicilia “partito architrave del centrodestra, mai al di fuori”

Fonti energetiche, Micciché: “Cambiare le regole, stop al sistema autorizzatorio”

Ambiente. Trizzino (M5S): “Annuncio social di Pierobon su piano rifiuti mortifica le prerogative del parlamento”

Regione: Maltempo; Musumeci, Vicini a Popolazioni Colpite

Regione: Formazione, arriva in Sicilia l’impresa Didattica

Presentazione del libro della Phoenix Publishing Linea Serie Oro: “Pensavo fosse un comico, invece era Troisi”

Presentazione del libro della Phoenix Publishing Linea Serie Oro: “Pensavo fosse un comico, invece era Troisi” di Ciro Borrelli, sabato 26 ottobre 2019 ore 11,30 nel foyer del Teatro Diana di Napoli. Un vuoto incolmabile nel cinema e nel cuore degli ammiratori. Ecco cosa ha lasciato Massimo Troisi quando, 25 anni fa, durante le riprese del film Il postino, si è spento all’età di 41 anni. Resta il ricordo dell’ironia, del linguaggio, che gli erano propri; di quella singolare capacità di irridere ogni stereotipo, riuscendo a farsi amare da tutti. “Pensavo fosse un comico, invece era Troisi” di Ciro Borrelli, edizioni Phoenix Publishing, che rientra nella linea editoriale SERIE ORO di Anita Curci, è un omaggio all’artista di San Giorgio a Cremano e porta la commovente prefazione della sorella Rosaria. Il volume sarà presentato sabato 26 ottobre 2019 alle ore 11,30 nel foyer del Teatro Diana di Napoli.

Stelle del Danilo Dolci presenti al Borgo Parrini Borgo Parrini: Autunno in festa

di Grazia Gulino 
Partinico: – Tradizione, gusto, allegria, cortesia e generosità sono stati gli ingredienti che hanno animato l’Autunno in festa partinicese, organizzato nel seicentesco Borgo Parrini. Un folto gruppo di studenti, costituito da alunni di più classi del Danilo Dolci, insieme ai docenti Bruno e Lucchese, ha dato il proprio operoso contributo. Sempre presenti e partecipi alle iniziative del territorio, alunni e professori hanno deliziato il palato degli avventori con biscotti e mosto cotto.