Dacia Duster potenzia il suo appeal off road con il motore 1.3 TCe Fap da 130 e 150 cv.

di Ambra Drago
Dacia amplia la gamma del Duster, potenziandone il Dna off roafd, con l’introduzione della trazione integrale sul motore 1.3 TCe Fap,. Un propulsore già presente nella versione 4x2, nato dall 'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e Daimler,  che equipaggia diverse vetture del gruppo Renault Nissan. . Adesso viene offerto con  due potenze, 130 cv e 150 cv, e presenta il Bore Spray Coating che migliora l'efficienza riducendo gli attriti e ottimizzando la conduttività termica; l'iniezione diretta di benzina con pressione portata a 250 bar e la nuova camera di combustione; la tecnologia Dual Variable Timing Camshaft, che gestisce le valvole di aspirazione e di scarico in funzione delle sollecitazioni del motore.

40 anni fa omicidio Boris Giuliano. Questore:"Operazione contro gli "scappati" dedicata a lui, il miglior omaggio"

di Ambra Drago
Un'abile investigatore Giorgio Boris Giuliano, entrato in polizia poco dopo la Strage di Ciaculli di cui aveva visto un semplice servizio televisivo mentre la sua vita si svolgeva altrove in una ditta di plastica e poi il cambiamento, la scelta, il coraggio di andare oltre, indossando una divisa e di tornare in Sicilia e a Palermo.Lui, originario di Piazza Armerina che aveva girato il mondo con la sua famiglia e lavorato anche a Soho maturando la conoscenza di quell'inglese che lo portò lontano fino a confrontarsi con gli uomini dell'Fbi e a scoprire quel traffico di dollari e di droga tra Palermo e gli Usa. Un'intuizione che pagò con la vita il 21 luglio del 1979 raggiunto dai colpi della Beretta 7,65 impugnata da Leoluca Bagarella, genero di Riina, esponente di quei "viddani"che a poco a poco avrebbe conquistato Palermo. 
Oggi sono passati 40 anni da quella mattina, il bar Lux dove Giuliano si era fermato per fare colazione, poco prima delle 8,00, non c'è più, ma c'è la città davanti quella lapide, ci sono i fiori portati dalla signora Maria Ines Leotta (moglie del Capo della Mobile) e dai suoi nipoti.
C'è anche Alessandro Giuliano( all'epoca dell'omicidio un adolescente e oggi Questore di Napoli) che insieme al Questore di Palermo, Renato Cortese, al vicesindaco Fabio Giambrone e al vicario del prefetto insieme al vicepresidente della Regione e assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao,  hanno deposto sotto un sole cocente e accompagnato dal minuto di silenzio la corona li dove tutto sembrava finito ma che invece segnò l'inizio di una lotta verso un fenomeno fino ad allora negato con la consapevolezza che sarebbero servite anche leggi speciali.

Scoperto "pirata" del palinsesto Sky con 11.000 contatti e nella sua stanza trovati 187mila euro

di Ambra Drago
Intero palinsesto televisivo di Sky illegalmente visibile è stato scoperto dalla sezione financial cybercrime della Polizia Postale, Nella stanza da letto del 35 enne. Nella stanza da letto dell’indagato, è stata puntualmente rinvenuta la “Sorgente” dell’IPTV pirata ZSAT, composta da 57 decoder di Sky Italia, collegati ad apparati per la ritrasmissione sulla rete internet, per un giro di clienti finali stimato in circa 11.000 persone in tutta Italia.
Proprio a riprova dell’entità del giro di affari illecito, presso la sola abitazione dell’indagato gli uomini della sezione financial cybercrime della polizia postale hanno rinvenuto e sequestrato, nascosti negli scarichi dei bagni e nella spazzatura, ben 186.900 euro in contanti ed una macchina professionale conta-banconote, lingotti d’oro, e due “wallet” hardware (portafogli virtuali) contenenti cryptomoneta in diverse valute, il cui valore complessivo, certamente elevato, verrà meglio stimato a seguito degli ulteriori accertamenti tecnici. L’uomo è al momento indagato in base alla Legge sul diritto d’autore.

Palermo ricorda "super poliziotto" Boris Giuliano a 40 anni dall'attentato. Il 22 luglio evento teatrale in Questura


di Ambra Drago
Il 21 luglio ricorre il 40esimo anniversario dell'uccisione di Giorgio Boris Giuliano avvenuta all'interno del Bar Lux in via Francesco Paolo Di Blasi. Il Vice Questore Giuliano e Capo della Squadra Mobile di Palermo venne raggiunto da sette colpi di una Beretta 7,65 alle spalle sparati da Leoluca Bagarella, genero di Totò Riina. Per ricordare la sua lungimiranza investigativa, fu il primo a intuire il flusso ingente di denaro tra gli Usa e Palermo, per lo più dovuto al traffico di droga, avvalorato dal ritrovamento delle famose valigie all'aeroporto di Punta Raisi, saranno diversi i momenti realizzati dalla Questura di Palermo.
Alle ore 09:00 si svolgerà una cerimonia commemorativa, con la deposizione di una corona di alloro nel luogo dell’attentato, successivamente vi sarà la celebrazione di una Santa Messa di suffragio presso la Cappella della Soledad, vicina ai locali della Questura di Palermo, in salita Antonio Manganelli.


Beni confiscati, il vicepresidente Armao al Feudo Verbumcaudo: “E’ un patrimonio produttivo dei siciliani onesti”

“Il Feudo Verbumcaudo oggi è un patrimonio produttivo dei siciliani onesti. L’assessorato all’Economia della Regione siciliana è stato, nel 2011, l’artefice di questa importante acquisizione che ha una forte valenza simbolica poiché, come ci eravamo impegnati a fare, ha creato le premesse per il lavoro e il rilancio produttivo, grazie anche al contributo dell’Istituto regionale del vino e dell’olio e dell’assessorato all’Agricoltura”. Così il vicepresidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao, in visita istituzionale al Feudo Verbumcaudo, insieme con il Consorzio Madonita per la Legalità e lo Sviluppo, costituito da 19 Comuni delle alte e basse Madonie. “Verbumcaudo”, nel territorio di Polizzi Generosa, è un bene confiscato nel 1987 al boss mafioso Michele Greco, detto il Papa, acquisito dal patrimonio immobiliare regionale nel 2011 e concesso in uso al Consorzio madonita.

Rifiuti, la giunta regionale stanzia 103 milioni per nuovi impianti pubblici in Sicilia

Ai Cantieri Culturali della Zisa domenica 21, si danza, canta e si gustano le tradizioni e la cultura dell’Africa

Con la “Festa della Generazione” si celebra il popolo ivoriano Gwa. Si può descrivere come un rito d’iniziazione, l’acquisizione di una nuova identità per gli uomini e le donne della popolazione ivoriana Gwa. È la “Fete de Generation”, che si svolgerà dalle 14 alle 20.30 di domenica 21 luglio ai Cantieri Culturali della Zisa. Un pomeriggio sotto il segno dell’intercultura, un’occasione per conoscere altre tradizioni, come quella delle persone Gwa, e rapportarsi con esse. A promuoverlo è l’associazione “M’Batto”(Gwa Family Association), in collaborazione con l’ UN.I.S. UNione des Ivoiriens en Sicile e con il patrocinio del Comune di Palermo, della Consulta delle Culture e della Cgil.

Regione: Visita Lampo di Musumeci a Pantelleria

Visita a Pantelleria per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il governatore, accompagnato dagli assessori Gaetano Armao, Edy Bandiera e Mimmo Turano e dal dirigente generale del dipartimento dell'Agricoltura Dario Cartabellotta, ha avuto modo di testimoniare la vicinanza dell’esecutivo alla comunità isolana. Fittissima l’agenda di appuntamenti di Musumeci nella visita lampo nella cittadina trapanese. Al suo arrivo in aeroporto, il governatore è stato accolto dal sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo. La prima tappa è stata al porto dove è ormeggiata la nave scuola “Palinuro” della Marina militare.

Il “Seminario Internazionale di Baguazhang Kung Fu” all’insegna della “cultura del benessere in tutte le sfere della vita”

Incontro con il “Gran Maestro Zhang Du Gan” . Un momento di grande riflessione sulla “cultura del vivere sano e sulla virtù spirituale” quale nobiltà d’animo quale arricchimento della propria salute. E’ questo uno dei tanti temi trattati durante il “Meeting sulle Arti Marziali Tradizione Vs Innovazione” inserito nel programma all’interno del Seminario Internazionale di Baguazhang, uno degli stili fondamentali delle scuole interne Kung Fu, con la prestigiosa presenza del Gran Maestro Zhang Du Gan di Shanghai, massimo esponente di questo stile. Presso la Casa Arcidiocesana Cardinale Pappalardo Piazza Baida, a Palermo, erano presenti diversi esponenti e Maestri del mondo delle arti marziali. La IBGZA con il suo caposcuola Gran Maestro Zhang Du Gan e il suo gruppo di discepoli, istruttori e praticanti insieme al presidente dell’Associazione Internazionale di Baguazhang Davide Tutino, il Maestro Giovanni Furnò e ai Maestri Natale Cintura e Maria Parisi ed i tecnici del proprio team Nuova Wen Wu Xing, ringrazia tutti i numerosi presenti al Simposio, moderato dalla giornalista Rosanna Minafò.

Carabiniere ferito a Terni, Usip manifesta solidarietà e chiede interventi urgenti al Governo


Piena solidarietà e vicinanza al collega Carabiniere ferito a Terni e gli auguriamo una pronta guarigione.Ancora una volta un appartenente alle Forze dell’Ordine ha rischiato il peggio e quel che ci lascia veramente attoniti è che per l’ennesima volta si è sfiorata la tragedia semplicemente per aver svolto il proprio dovere, un normale intervento che poteva trascendere nell’irreparabile.
Quello che fa rabbia e che nonostante in questi ultimi anni abbiamo assistito sempre più ad un crescendo di violenza nei confronti delle forze dell’ordine, continua a serpeggiare l’idea che tutto sia normale, che tanto siamo pagati per questo, e se un padre di famiglia sia Poliziotto ,Carabiniere, Finanziere o qualsiasi altro tutore dell’Ordine pubblico, non torna a casa dai suoi cari dopo una giornata di lavoro non fa scalpore più di tanto.
Ad onor del vero quello che lascia perplessi è la mancanza quasi generalizzata di indignazione difronte a fatti del genere, mentre sembra che vada di moda demonizzare le Forze dell’ Ordine, dimenticando che gli uomini e le donne in divisa tutelino la sicurezza di tutti quanti.
E’ arrivato il momento di dire basta, è arrivato il momento che la politica in modo coeso si prenda le proprie responsabilità e dalle parole passi ai fatti attraverso mirati interventi che tutelino concretamente le Forze dell’Ordine. 

Ambiente. M5S a Pierobon: “Come fate a stanziare somme per nuovi impianti se manca il piano rifiuti?”

Avola (SR) ultima tappa della 14sima di “Libero Cinema in Libera Terra”

Anche in Sicilia si parla di migranti attraverso l’obiettivo di coraggiosi registi. Tappa a Catania, sabato 20 luglio, e ad Avola (SR) domenica 21, per Libero Cinema in Libera Terra, il cine – furgone che da 5 luglio sta girando il Paese con il suo carico di emozioni, pronto a contagiare anche il pubblico dell’Isola. I tema dei migranti ha contraddistinto questa 14sima edizione, raccontandolo attraverso film diretti in maniera attenta, sensibili, pronti a suscitare dibattito e confronto. LE INVISIBILI (LES INVISIBLES) di Louis-Julien Petit (Francia 2018, 102 min.), il film che verrà proiettato questa sera grazie alla sinergia con Libera Catania. Si tratta di una brillante commedia sociale sul quotidiano di donne che vivono in strada. Quelle donne “senza fissa dimora”, a volte sporche e con il guardaroba in busta di plastica, che nessuno vuole vedere davvero.

Trasporti. Lunedì Ministro Toninelli in Sicilia

Sterilizzazione randagi, De Luca (M5S): “Necessari almeno altri due centri in provincia di Messina”

Regione: Borsellino, Musumeci in Via D’amelio, Profonda Riflessione su Impegno dello Stato

«A ventisette anni dalla strage di via D’Amelio non possiamo limitarci a un rituale momento commemorativo. Occorre fare una profonda riflessione sull’impegno dello Stato nella lotta alla mafia, negli anni che precedettero la stagione delle stragi del ‘92 e su quello che accadde dopo». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che stamane, insieme agli assessori Gaetano Armao, Toto Cordaro e Ruggero Razza - in occasione dell’anniversario delle strage in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e gli agenti di scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina - ha deposto dei fiori in via D’Amelio.

Regione: Petralia Soprana, Via ai Lavori nella Frazione Di Raffo

Potrà finalmente essere completato, dopo nove anni dall'ultimo intervento, il consolidamento della zona periferica di Petralia Soprana - Comune del Palermitano che sorge sulle alte Madonie - dove una vecchia frana, confinante a valle con il fiume Salso, minaccia abitazioni, una scuola elementare adibita a centro sociale e un tratto della strada che porta alle miniere di salgemma. Si tratta di una vasta area ricadente nelle frazioni di Raffo, Madonnuzza, Pellizzara, Cipampini, Gulini e Fasanò caratterizzata dalla presenza di falde acquifere sotterranee, responsabili dei continui movimenti del terreno che hanno già causato profonde lesioni nei fabbricati compromettendone la stabilità. I lavori, che partiranno a breve, sono stati assegnati dall'Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e diretto da Maurizo Croce, all'impresa “Eredi Geraci Salvatore” di Mussomeli che se li è aggiudicati per un milione e 17mila euro.

Augusta, carcerato tenta di evadere. Armando algozzino (uilpa polizia penitenziaria): “istituto al collasso, la direzione intervenga“

Tentativo di evasione stamani da parte di un detenuto extracomunitario condotto all’Ospedale di Augusta, in provincia di Siracusa, per effettuare una visita medica. A darne notizia è il S.Commissario nazionale UILPA Polizia Penitenziaria Armando Algozzino, sottolineando come, ancora una volta “il peggio sia stato evitato grazie alla prontezza e alla professionalità degli agenti”. Dopo una furente colluttazione, infatti, i poliziotti penitenziari sono riusciti a bloccare il fuggitivo, finendo al pronto soccorso e rimediando una prognosi di quindici giorni a testa, a causa delle ferite riportate. “Soltanto l’ultimo episodio – commenta Algozzino – che racconta l’insostenibilità delle condizioni in cui opera la Polizia Penitenziaria, alle prese con l’indifferenza dell’amministrazione e turni di lavoro massacranti”.

Comune Palermo: Sindaco conferisce cittadinanza onoraria all'associazione "Libera"

Il Sindaco Leoluca Orlando ha conferito - nel corso di una cerimonia svoltasi stamani a Villa Niscemi alla presenza di don Luigi Ciotti - la cittadinanza onoraria a Libera “Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”. "Libera - ha sottolineato Orlando - rappresenta una delle più importanti esperienze italiane ed internazionali di società civile che reagisce al dolore, costruisce prospettiva e sviluppo, aggrega. Una grande esperienza che si è fatta risorsa per tutta la comunità."

Comune Palermo: XXVII anniversario strage via D'Amelio

Orlando: "Straordinario contributo della Polizia di Stato per un profondo cambiamento della nostra città".In occasione del XXVII anniversario della strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il Giudice Paolo Borsellino ed i componenti della sua scorta, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi, Il Sindaco Leoluca Orlando ha partecipato stamani ad un incontro-dibattito, svoltosi presso il chiostro della Questura, sul tema del contrasto al fenomeno mafioso. "Ho espresso grande apprezzamento al Questore di Palermo ed un saluto al Capo della Polizia presente a Palermo - ha dichiarato il Sindaco - a conferma della grande attenzione per la nostra realtà, ma anche dello straordinario contributo della Polizia di Stato per un profondo cambiamento della nostra città.

I° Trofeo dell'Amicizia (Calcio A5) - Claudio Volante